ItinerariPortogallo

Algarve in camper: a Sagres passando per Lagos e la bella Salema

Lasciamo un po’ a malincuore Alvor dove ci siamo trovati magnificamente, e partiamo per Sagres, città all’estremità sud ovest del Portogallo. Facendo base a Sagres pensiamo di fare delle escursioni anche sulla costa Alentejana, risalendo verso nord, altro paradiso per i surfisti. Il nostro itinerario prevede una breve sosta a Lagos e almeno una notte a Salema dove sappiamo troveremo un bel campeggio abbastanza economico.  Dopo giorni di sosta libera ci vuole!

Anche Lagos si rivela una bellissima città sul modello di Portimao. Tra le sponde del Rio Bensafrim e l’oceano. Una città bella, ben tenuta e turistica. Sono rimasta affascinata dalle strade rivestite di pietre semi lucide bianche e nere che formano eleganti mosaici geometrici. Il pranzo in un locale del centro però, è stato deludente rispetto la meravigliosa offerta gastronomica di Portimao, probabilmente siamo semplicemente capitati male …

Raggiungiamo Salema che mi fa pensare a un villaggio oceanico marocchino. Il Salema Eco Camp, fuori dalla piccola località di mare è a qualche chilometro dalla costa e dal paese, ma è un bel campeggio. A febbraio paghiamo 12 euro compresa la corrente. L’ingresso al campeggio è un po’ stretto ma con il nostro Ecovip passiamo abbastanza agevolmente facendo un po’ di attenzione. Una delle cose che abbiamo apprezzato di più a Salema è stato il pranzo al Restaurante O Lourenço, specializzato in pesce, la cucina è semplice, il pesce è fresco e il posto è caratteristico ed economico. Direi consigliatissimo!

Abbiamo passato 2 notti al Salema e da lì abbiamo fatto un paio di escursioni a Vila do Bispo, una cittadina dell’entroterra e alla spiaggia di Boca do Rio, quest’ultima un posto fantastico dove si può anche passare la notte con il camper.

A Sagres abbiamo sostato al Camping Orbitur, a un paio di chilometri dalla cittadina. A febbraio direi piuttosto economico, 15 euro a notte compresa corrente. Dal sito sembrava che si dovesse per forza prenotare minimo una settimana, ma telefonando ci siamo assicurati del costo giornaliero. Ci siamo fermati 3 giorni in questo campeggio immerso in una foresta di pini e saremmo rimasti molto di più se l’ultimo giorno non avesse cominciato a piovere.
Anche in questa città abbiamo mangiato davvero bene al Restaurante a Sagres

Dall’Orbitur abbiamo dedicato una giornata alla vicina costa dell’Alentejo dove l’oceano appare davvero maestoso e dove le spiagge sono molto più selvagge e le onde molto più prorompenti rispetto alle spiagge dell’Algarve quasi mediterranee. In alcuni momenti ho temuto per Benjamin, ho avuto paura che il risucchio delle onde avrebbe potuto essere fatale per il cocker … ma lui dopo il primo assalto oceanico ha capito subito che doveva tenersi alla larga.


Tornando sulla costa dell’Algarve a Sagres, il Cabo de Sao Vicente con il suo faro è uno dei posti più suggestivi che noi abbiamo mai visto. Un luogo straordinario dove la vista spazia da uno degli angoli più remoti d’Europa. Da qui pare siano partite le prime caravelle che riportarono notizie del nuovo mondo. Affacciati da questo promontorio da cui si ha una vista mozza fiato sulle mille sfumature di blu tra cielo e mare, si capisce perché i portoghesi abbiano sentito questa spinta a partire alla scoperta di nuove terre.

La storia delle conquiste portoghesi qui trova numerose testimonianze tra cui la magnifica Fortaleza de Sagres anch’essa affacciata sul mare. In poche parole il richiamo dell’oceano da questo lembo di terra è davvero forte.

Purtroppo, a questo punto del viaggio, il mal tempo ci ha spinti via dal Portogallo. Praticamente i primi di marzo ha cominciato a piovere e non ha più smesso. Vere e proprie tempeste si sono abbattute su tutto il Portogallo obbligando le autorità ad interdire le coste. Quindi siamo stati costretti a raggiungere la costa della Spagna mediterranea dove il tempo era più mite.
Certamente la costa del sud del Portogallo ci è piaciuta tantissimo e, se non fosse stato per il brutto tempo, saremmo risaliti per la costa fino ad arrivare a Lisbona, ma non è stato possibile. Se riusciremo, ci sarà un altro viaggio che ci porterà in Portogallo varcando il confine da nord. In ogni caso per ora possiamo concludere il racconto di questo meraviglioso viaggio in giro per l’Algarve con due semplici parole: Obrigado Portugal!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /web/htdocs/www.iviaggidioliver.com/home/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454

Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /web/htdocs/www.iviaggidioliver.com/home/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454

Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /web/htdocs/www.iviaggidioliver.com/home/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454

Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /web/htdocs/www.iviaggidioliver.com/home/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454